IN FRANCIA PARTE IL PIANO

Senza categoria gennaio 15, 2019 No Comments

IN FRANCIA PARTE IL PIANO

Il progetto prevede abitazioni per genitori, nonni e nipoti, ma ognuno nel proprio spazio

PARIGI – Genitori, nonni e nipoti

: tutti a vivere insieme, ma ognuno rigorosamente a casa propria. La città alsaziana di Mulhouse ha lanciato un piano di costruzione di case popolari destinate a soddisfare un’esigenza sempre più sentita dalle sue giovani coppie: vivere in clan familiare, coi genitori vicini a far da nonni e a occuparsi dei bambini.

Il primo esempio di abitazioni per famiglie

di tipo neopatriarcale sta per vedere la luce in pieno centro città e si preannuncia già come un successo: tutte le unità abitative sono già state prenotate, prima ancora che sia iniziata la costruzione dell’edificio. Il progetto è dell’architetto Roland Spitz e prevede l’esistenza sullo stesso pianerottolo di due appartamenti, uno destinato a una coppia con figli e un altro ai nonni, comunicanti attraverso una stanza comune dotata di pareti mobili. Questa soluzione permetterà a nonni, figli e nipoti di vivere in un ambiente familiare unico e nel contempo di preservare l’intimità della vita dei distinti nuclei familiari, senza che nessuno dei due invada la vita dell’altro.

Il progetto di case popolari per maxi famiglie

risponde a quello che i sociologi francesi hanno definito il bisogno della «quasi coabitazione» o della «intimità a distanza», ovvero di fruire dei vantaggi della vicinanza di nonni e suoceri, senza venirne soffocati. «Molte coppie che avevano lasciato la città per trovare casa – dice Monique Leborgne, vicesindaco di Mulhouse incaricata del progetto – vogliono ritornare in città per riavvicinarsi ai loro genitori, ma restando ognuno a casa sua». E non si tratta solo di un bisogno delle giovani coppie, ma anche dei loro genitori in pensione: secondo recenti statistiche l’85% delle nonne e il 75% dei nonni si occupano regolarmente dei loro nipotini e desiderano sempre più poterlo fare in condizioni ideali, potendo vedere la loro discendenza spesso e senza fare troppa strada. D’ora in poi in Alsazia, per i più fortunati basterà spingere una porta scorrevole.

INIZIO PAGINA