BIN LADEN PUO’ AVER DATO L’ORDINE ATTRAVERSO FOTO PORNO O CANZONI

Senza categoria luglio 10, 2019 No Comments

BIN LADEN PUO’ AVER DATO L’ORDINE ATTRAVERSO FOTO PORNO O CANZONI

La connessione peer-to-peer è il collegamento punto-punto, una sorta di filo rosso che mette in contatto diretto due apparati che vogliono o devono scambiarsi dati di qualsivoglia natura. E’ l’anima di Napster e degli altri siti che permettono di trovare non l’anima ma il computer gemello, quello che ha proprio la manciata di bit che si sta cercando. Una volta individuato l’interlocutore, inizia il dialogo che taglia fuori i curiosi e che limita ai diretti interessati la condivisione di certe informazioni. Bin Laden o i suoi tecnici per lui avevano da tempo scoperto questa opportunità, apprezzando subito il regime di riservatezza intrinseco nella soluzione adottata. Poteva essere precauzione sufficiente, ma – forse a voler complicare la vita ai propri inseguitori – la formazione cyber dell’emiro terrorista ha preferito incrementare le misure di protezione a tutela della segretezza dei sanguinosi obiettivi da colpire.

Ordini nascosti in una foto

In pratica si può “infilare” una foto in una foto, oppure un testo e un piccolo video all’interno di un mp3. Il tutto, è ovvio, senza lasciare traccia esteriore alcuna. La fotografia “contenitore” subisce una riduzione nel numero di colori, ma nemmeno l’occhio più attento è capace di riconoscere la differenza tra una immagine da 16 milioni di colori dalla medesima con “solo 14 milioni”. Il contenuto – grazie ad efficaci sistemi matematici – viene compattato e nascosto così da poter sfuggire anche ai più bravi 007 hi-tech. Per scoprire il vero messaggio è necessario individuare quale immagine è quella giusta, quale software di steganografia è stato utilizzato, quale algoritmo di cifratura è stato scelto, quale password ha consentito la chiusura del file “contenitore”. E naturalmente non c’è bisogno di un messaggio di posta elettronica per trasferire il futuribile plico sigillato: basta parcheggiare l’immagine, il file audio o video in un qualsivoglia portale che offre spazio gratuito a tutti quelli che vogliono avere la propria homepage in Rete, provvedendo poi a rimuovere il tutto non appena l’esigenza è venuta meno.

INIZIO PAGINA